Seminare la carta Piantala ed ottenere buoni risultati è abbastanza semplice, occorre ricordare i giusti tempi per la semina ( primavera, specialmente) e in fase di germinazione tenere umida sempre la terra ( umida non bagnata!!!)

FASE 1. – preparazione. Riempire il vaso per circa 2/3 con il terriccio, appoggiare la carta seminabile( la carta può essere sovrapposta) e coprire con un piccolo strato di terra di circa mezzo centimetro.Potete collocare il vaso sia all’interno che all’esterno.
Potete collocare il vaso sia all’interno che all’esterno, scegliendo dove posizionarlo in base alla temperatura e alle condizioni climatiche al momento della semina ( si sconsiglia di piantare all’esterno in presenza di gelo o caldo torrido).
Se volete “forzare” la crescita potete mettere la carta seminabile nel cotone ( vi ricordate da piccoli che facevamo crescere il grano??) e procedere poi alla fase 2.
FASE 2. -germinazione- Dopo aver piantato la carta innaffiare abbondantemente: la carta e il terriccio devono essere ben umidi ma non galleggiare nell’acqua. Durante i primi 10 giorni, mantenere sempre umida la carta: l’acqua è necessaria per la germinazione.
FASE 3. -cura dopo la germinazione- Una volta che i germogli sono apparsi, continuare a mantenere umida la carta, ma senza eccedere con l’acqua. Una volta che le piante appaiono robuste, annaffiare solo quando è necessario.
FASE 4. -ecco arrivare i fiori- Una volta che le piantine sono cresciute, se vedete che sono troppo fitte potete dividerle in più vasi o aspettare che inizino a fiorire per godervi il risultato.

Alcune fotografie mandate da chi ha provato Piantala